parallax background

AMBURGO IN 10 MOSSE .

6 luglio 2018
SCOPPIA L’ ESTATE… AMBRATEVI!
27 giugno 2018
Zanzare: non solo citronella.
20 luglio 2018

Dear Barbara,

sono appena tornato da Amburgo. Ecco le mie mosse, tradizionali e non…

Testo e foto di Cesare ’Pumpkin’ Zucca

 MOSSA 1

Si parte con una valanga di foto e selfies. Dove? A bordo del Stadtrundfahrt, http://www.hamburg-stadtrundfahrten.com/english bus a due piani, auricolari in tutte le lingue, in un paio d’ore conosci la città, scendi quando vuoi, visiti e prendi il prossimo. Un tour indispensabile, anche in versione mini-crociera con Harbor Cruise www.barkassen-meyer.de/harbour-tour/ vista acquatica della città, dell’immenso porto e delIe colossali navi merci dai giganteschi contenitori.

 

MOSSA 2

Amburgo e i suoi musei. Ne ho scelti due. Kunsthalle, https://www.hamburger-kunsthalle.de/en 700 anni d’arte, dai grandi Maestri del rinascimento fino al 1800 con Manet, Caspar David Friedrich, fino all’espressionismo tedesco (che adoro) e l’avanguardia contemporanea.

MKG https://www.mkg-hamburg.de/de/ Grande museo con mostre fuori dall’ordinario: famosi poster francesi deco, preziosi pianoforti d’epoca, bozzetti e abiti anni 30, uno spazio dedicato a mobili design, gallerie fotografiche d’ avanguardia e molto di più.

MOSSA 3

Miniatur Wunderland http://www.miniatur-wunderland.com/

Trenini e paesaggi in miniatura? Ero dubbioso….beh, sono rimasto a bocca spalancata. Due piani immensi dove sono minuziosamente ricostruiti in scala ridotta paesaggi e città di tutto il mondo con aereoporti, autostrade, ferrovie in grande fermento e affollati da mille personaggi alti un’unghia, compresa un’equipe intenta a lavare l’auto di Papa Francesco…

 

MOSSA 4

Speicherstadt. Quasi un chilometro di vecchi magazzini dai tipici mattoni rossi, usati come deposito per le merci in arrivo: tappeti orientali, tè, caffè crudo, cacao, tabacco, spezie. Tra le attrazioni: una kaffeerösterei, vecchia torrefazione del caffè, dove potrai gustare anche delle torte straripanti di fragole e panna. Chocoversum, https://www.chocoversum.de/ vero trionfo di cioccolato, Manufactum https://www.manufactum.de/manufactum-hamburg-c199355/ shop tendenza e l’imperdibile Museo delle Spezie https://speicherstadtmuseum.de/english-summary.html , dove troverai e potrai assaggiare di tutto: aromatizzanti europei, sapori asiatici e indiani, profumi esotici, 50 varietà di pepe, una marea di chiodi di garofano, cannella, curcuma, semi di senape fino alle spezie ‘regine’: la vaniglia orchidea e lo zafferano.

 

MOSSA 5

Elbphilharmonie https://www.elbphilharmonie.de/en/plaza 

Straordinaria struttura di vetro, con le finestre che sembrano occhi. Acustica perfetta, ospita concerti e spettacoli. Ci si arriva con una spettacolare scala mobile di 82 metri che transita nel The Plaza, da cui si gode una splendida vista. Location perfetta per un drink o uno snack al Beer & Dine e un piccolo shopping nel fornitissimo negozio di libri, musica e souvenir. I biglietti possono essere prenotati con 18 settimane in anticipo e i piccoli fino a tre anni non pagano

 

MOSSA 6

Cosa beve un vero amburghese? Trionfa la birra, prodotta ad Amburgo per oltre un millennio e diventata icona della cultura tedesca. Tra i ‘beer bar’ più quotati:

Ratsherrn, uno dei birrifici artigianali più famosi della città Dalle pilsner alle birre chiare. Galopper des Jahres, popolare e animato. Lo staff è un vero appassionato di birra artigianale, quindi assicuratevi di chiedere le loro raccomandazioni: sanno cosa suggerire per ogni gusto e palato. Blockbräu, una terrazza con splendida vista sull’Elba. Il mio preferito? Altes Mädchen http://en.altes-maedchen.com/ Un’incredibile varietà di eccellenti birre locali e internazionali, anche abbinate a gustose specialità della cucina tedesca.

Ricorda, il vero amburghese non beve Coca Cola! L’alternativa preferita è la fritz-kola, ricca di caffeina e limone. E’ nata nel 2002, inventata quasi per gioco dai giovanissimi amici Lorenz e Mirco e prodotta con un processo davvero amatoriale. Pensa che le etichette erano fotocopie e venivano incollate a mano sulla bottiglia… Oggi è il soft drink nazionale.

 MOSSA 7

Ma è vero che l’hamburger è nato a Amburgo ?

La più famosa polpetta del mondo è ‘made in Usa’ o ‘made in Hamburg’?

Il nome non lascerebbe dubbi, ma gli americani ne vantano la paternità.

I tedeschi sostengono che venne esportato negli Usa, mentre per gli americani sarebbe nato nel porto di Hamburg, un comune situato nello stato di New York e gli inventori sarebbero stati i fratelli Menches che nel 1885 avrebbero proposto il primo panino farcito di carne durante la festa campestre Erie County Fair.
Leggende a parte, qui troverai burger spaziali. I migliori da Burger Lounge http://www.burgerlounge.de/, Jim Block Jungfernstieg https://www.jim-block.de/,

Dulf’s Burger https://dulfsburger.de/, Otto’s Burger Grindelhof e Schanze https://www.ottosburger.com/.

 

MOSSA 8

HafenCity. E’ il nuovo futuristico quartiere di Amburgo, zona di creativi e artisti,

Per arrivarci hanno costruito appositamente la linea metropolitan U4. in 3 fermate dal centro sei già arrivata. Qui si respira aria libera, gli spazi sono aperti e molti amburghesi staccano dal lavoro per andarci per un drink o uno spuntino,

Ho alloggiato al nuovissimo Hotel 25 Hours HafenCity https://www.25hours-hotels.com/en/hotels/hamburg/hafencity dove mi sono trovato benissimo.
Atmosfere da marinaio: le camere sembrano cabine di una nave, dalle pareti del bagno occhieggiano prosperose modelle pin up. A disposizione un’incantevole spa
in sassi e legno. Alla mattina viene imbandito un ricco buffet breakfast, dove trovi di tutto, compreso rote gruetze, la mia adorata salsa di lamponi, ribes, mirtilli e ciliegie servita su yogourt magro. Una bonta!

MOSSA 9

Luci rosse…notte e giorno! Il quartiere St. Pauli una volta era una zonaccia piena di pub chiassosi, frequentati da criminali, marinai e prostitute. La zona è cambiata ma il proibito è sopravissuto: sex shops, cinema porno, spogliarelli, burlesque e gli immancabili buttadentro che invitano ad entrare. Le vecchie bettole sono diventate grattacieli artistici, come le Dancing Towers, che sembrano davvero ballare, mentre i ritrovi fumosi di un tempo si sono trasformati in locali alla moda e clubs super trendy. Punta su Markstrasse e nei dintorni di KarolinenvIertel, dove troverai piccoli bar, ristorantini autogestiti, fiori, profumi, mini boutiques e tanto vintage. Se ti va di essere ‘bio’ tuffati nel supermercato Rider Markt Halle, https://www.rindermarkthalle-stpauli.de/ mentre per un drink relax, vai da Zoe, http://www.zoebar.de/,il bar dei divani diversi. Per prodotti più chic e esclusivi, dirigiti verso Hole Bleichen.

MOSSA 10

Obbiettivo bellezza e relax.

Dopo tanto camminare, concediti una sosta relax a Jungfernstieg, nel cuore di Amburgo con una fantastica vista sul fiume Alster. Qui ti aspetta Nivea Haus, https://www.nivea.de/nivea-haus/nivea-haus negozio ufficiale della famosa crema per il viso, nata proprio a Amburgo nel 1929. Qui puoi trovare creme classiche o nuovissime per viso e corpo, cosmetici, trattamenti rivitalizzanti, massaggi rilassanti, oltre a manicure e pedicure. In più un souvenir davvero divertente: la ‘tua’ Nivea.
Ti fotografano e in un secondo sei sulla famosa scatola blu. Anch’io non ho saputo resistere…

Dear Barbara, vado bene come crema per il viso?

Big kiss from Pumpkin