parallax background

Grotte di sale: come funzionano, quali sono i benefici dello iodio e perché andarci

Il Sacro Monte di Varese: una camminata in un patrimonio dell’Unesco.
10 maggio 2018
Onekor: step e coreografia ad alta intensità cardiaca.
10 maggio 2018

Le grotte di sale sono ambienti che sfruttano i benefici dello iodio e che, nel tempo, sono fiorite un po’ ovunque con la comparsa di spa e centri benessere.

I benefici del sale erano noti fin dall’antichità, ma la persona che davvero diede lustro e senso alla nascita delle grotte di sale fu Felix Boczkowski, medico polacco dell’800- il primo a decretare la validità della cura: si accorse infatti che i lavoratori delle miniere di sale godevano di una salute decisamente migliore del resto della popolazione. Inventò così la haloterapia, ovvero una terapia che sfrutta i benefici dello iodio.

Le grotte di sale: i benefici

Le grotte di sale sono luoghi molto rilassanti: ormai ogni spa o centro benessere ne è dotato. Il sale utilizzato non è ovviamente quello di cucina ma il sale dell’Himalaya o il salgemma.

In genere sono luoghi col pavimento coperto da uno spesso strato di sale, così come le pereti e i soffitti. I luoghi più rinomati hanno anche all’interno cascatelle di acqua che favoriscono il mantenimento della giusta umidità – di solito si attesta tra il 40% e il 60% – la temperatura media è intorno ai 24° circa e alcuni posti nebulizzano addirittura particelle di sale perché l’effetto sia ancora più evidente.

Ogni seduta ha una durata di circa mezz’ora e i centri benessere propongono pacchetti di 10/15 sedute per poter godere degli effetti positivi della cura.

La cosa migliore sarebbe potervi accedere con costanza, per circa due volte alla settimana per un mese circa di tempo.

Nella grotta di sale: a pieni polmoni.

Le grotte di sale hanno in genere delle sdraio su cui rilassarsi, spesso offrono musica rilassante e cromoterapia. In genere vi si accede vestiti o, se in un centro benessere, in accappatoio e costume. La cosa fondamentale è entrare scalzi per non sporcare il sale evitando qualunque tipo di attività o di altro effetto inquinante sull’ambiente e sulla purezza dell’aria.

L’unica cosa che bisogna fare è respirare con naturalezza. Alcuni posti propongono addirittura sedute di joga per massimalizzare i benefici dello iodio durante la respirazione.

Per i bimbi spesso vengono intrattenuti con secchielli e palette perché sembra loro di giocare su una spiaggia bianca, spesso ci sono anche giochi e scivoli per rendere la permanenza piacevole e divertente.

Le patologie curate nella grotta

La grotta di sale – o meglio, l’haloterapia – aiuta a risolvere le patologie del sistema respiratorio: perfetto per chi ha disturbi alle alte o basse vie respiratorie, sono utili anche a chi deve curare il catarro, la sinusite, migliorano la situazione delle malattie reumatiche, aiutano a distendere i nervi e a curare ipertensione e problemi di circolazione. Sono ottime anche per curare alcuni disturbi della pelle come psoriasi, dermatiti ed eczemi. Come tipo di cura non presentano controindicazioni, salvo fatto per chi ha particolari allergie o sensibilizzazioni contro lo iodio. Potrebbero dare magari un po’ di arrossamento alla pelle, essendo sale, per via dello sfregamento delle particelle nebulizzate o quelle che restano attaccate alla pelle come sabbia. Ma a parte questo, nulla più.

Voi ne avete mai provata una? Come vi siete trovati? La consigliereste?