Paddle tennis: il tennis in una variante molto più aerobica ed energica.

Onekor: step e coreografia ad alta intensità cardiaca.
10 maggio 2018
Filo arabo: la depilazione con il filo di cotone precisa al millimetro.
10 maggio 2018

Il paddle tennis, detto paddle, è uno sport parente stretto del tennis che ne prende in prestito campo e buona parte delle regole, ma ne varia sostanzialmente la giocabilità e la racchetta. Il paddle si gioca con una racchetta rigida forata, è un gioco che ha avuto un’evoluzione molto particolare.

L’origine pare sia messicana, ma la vera evoluzione stilistica è avvenuta in Spagna dove, nell’isola di Marbella, il principe Hohanlohe fece costruire in un sofisticato hotel della zona un campo di paddle edificandolo del tutto identico a quello di un amico messicano. Il fine era invogliare gli ospiti a giocare a paddle insegnando loro le regole.

Il paddle è rimasto un gioco elitario fino agli anni ’80, quando gli americani decisero di esportare il gioco sul suolo americano edificando nuovi campi e dando il via a una pratica più massiccia.

Argentina e Spagna sono i due paesi di elezione dove arrivano anche gli atleti migliori. Solo ultimamente anche in Italia si è cominciato ad apprezzare questo sport.

Più facile del tennis, ma più faticoso.

Il paddle ha le regole base del tennis, meno necessità stilistiche, è meno dispendioso praticarlo e ha una grande facilità di apprendimento. I campi possono essere all’aperto o indoor. Sono formati da strutture chiuse, con reti alte fino a tre metri e pareti di vetro. Si gioca in coppia, il campo è largo 10 metri e lungo 20.

Come nel tennis è diviso da una rete, il pavimento è di cemento, materiale sintetico o altra superficie che mantenga regolare la prestazione della pallina, che è la medesima del tennis. Si gioca utilizzando anche le pareti: la palla deve toccare una volta terra prima di essere ribattuta. Non può toccare al volo le pareti, ma deve toccare una volta il suolo, non può rimbalzare due volte sul pavimento. Un giocatore può colpire la palla in una qualunque zona del suo campo spedendola oltre la rete nel campo avversario. Tutti possono colpire la palla di volée, tranne chi risponde alla battuta.

Se siete curiosi di provarlo è indubbiamente un gioco a maggiore velocità del tennis che richiede concentrazione, coordinazione e molto fiato. I ritmi sono sostenuti e il fatto che si giochi in due ne fa uno sport ottimo per affinare le doti comunicative. L’abbigliamento consigliato è quello tecnico da tennis, comprese le meravigliose mise con calzoncini e gonnelline.

Conoscete i paddle? L’avete mai provato? Lo praticate? Lo consigliate?