parallax background

Mercatini di Natale: ecco dove vedere i più belli del 2017.

10 dicembre 2017
Non tutto il freddo vien per nuocere
9 dicembre 2017
Leggiuno: il paese che ogni anno si accende con migliaia di lucine di Natale.
10 dicembre 2017

I mercatini di Natale sono diventati una consuetudine in ogni piazza: in questi ultimi anni le tradizionali casette di legno utilizzate come spazi espositivi dove vendere ogni sorta di oggetto o prodotto d’artigianato sono ormai una consuetudine anche da noi, ma chi ha importato questa curiosa tradizione? I più bei mercatini di Natale si trovano soprattutto in Europa, e vantano una storia consolidata.

I mercatini: tradizione tedesca

L’origine dei mercatini di Natale nasce nel lontano 1434: risale a questa data infatti la prima testimonianza scritta- un documento che narra di un tradizionale Mercato di Natale e cita uno Striezelmarkt- un mercato di Striezel, un dolce tipico tedesco. Prima dell’avvento dei negozi e soprattutto degli acquisti all’ingrosso le persone dovevano attendere le fiere stagionali per poter fare acquisti “a tema” o che comprendessero prodotti particolari o ricercati.

Il mercato di Natale si teneva il lunedì prima di Natale ed era soprattutto la borghesia a potersi permettersi acquisti di quel tipo. Tendenzialmente vi venivano vendute soprattutto sculture relative alla natalità.

È una tradizione tipicamente nordica, che qui è cominciata solo nel 1990 con il mercatino di natale di Bolzano. Col tempo anche altre città hanno ricalcato l’usanza altoatesina e ora i mercatini di natale con le proposte di artigianato tipico si trovano un po’ ovunque.

Mercatino di Natale di Strasburgo

È uno dei più antichi d’Europa, targato 1570. Le centinaia di bancarelle si distribuiscono sulla piazza della cattedrale. Gli articoli che si possono trovare con più facilità riguardano la pasticceria natalizia francese come i Maennelle- degli omini fatti con la pasta delle brioches e decorati, e i biscotti Bredele, una specialità locale, che è possibile assaggiare fatti con nocciola, cannella, arancia e pralina.

Mercatino di natale di Dresda

Il mercatino di Natale di Dresda, in Germania, ha 600 anni di tradizione. Vi si trovano circa 250 bancarelle che offrono le specialità più rinomate e tipiche, come gli schiaccianoci e le decorazioni in legno per l’abete, ceramiche della Sassonia, palle di natale in vetro soffiato. La città offre molti scorci incredibili con archi di natale, piste di pattinaggio e soprattutto aree dedicate ai bambini con teatro dei burattini e trenino per i più piccoli.

Mercado de navidad Madrid

Dal 1860 si tiene nella Plaza Mayor a Madrid – gli stand vendono soprattutto statuine del presepe e strambi oggetti da utilizzare il 28 dicembre quando si tiene una festività detta Festa dei Santi Innocenti Martiri, quando i Madrleños si presero gioco tra di loro con una serie di scherzi. Un equivalente del nostro pesce d’aprile.

Il mercatino di natale di Bolzano

Nato nel 1990 ha dato il via alla diffusione europea e soprattutto in Italia del fenomeno dei mercatini di natale. Famoso soprattutto per i prodotti tirolesi di artigianato e culinari, nel 2005 ha raggiunto la soglia record di seicentomila visitatori.

Una curiosità particolare: nella piazza della Parrocchia, davanti al Duomo, c’è la casa dell’astronomo Max Valier. L’abitazione viene trasformata in un enorme calendario dell’avvento: ogni giorno una delle 24 finestre viene “scoperta” e svela una tipica immagine natalizia.

Voi amate i mercatini di Natale? Siete tra quelli che producono oggetti d’artigianato che poi vengono venduti lì?