parallax background
make up dell'estate 2017
Il make up dell’estate 2017
6 luglio 2017
Errori sportivi
Errori sportivi: i più comuni
10 luglio 2017

L’estate è la stagione perfetta per viaggiare alla scoperta di luoghi incontaminati. In alcuni di questi, oltre ai classici paesaggi, si trovano anche dei fantastici fondali marini, ambienti spesso inesplorati e ricchi di meraviglie naturali. Osservarli da vicino può diventare un’esperienza entusiasmante!

Mi piace sempre navigare su internet e scoprire queste mete fantastiche. Per questo voglio raccontarvi di alcune località tra le più belle al mondo.

Grand Barrier Reef – Australia

La barriera corallina è tra le attrazioni più suggestive che offre l’Australia. Denominata anche il Reef, si snoda ben oltre i 2000 chilometri, arrivando fino alle coste della Papua Nuova Guinea. La Grand Barrier Reef è abitata da moltissime specie animali che si sono diversificate ed evolute nell’arco di 18.000 anni. Ad oggi, si contano ben oltre 4.000 specie di molluschi, altrettante varietà di spugne e circa 350 specie di echinodermi, ovvero ricci di mare e stelle marine. Caratteristica della barriera corallina australiana è la presenza del dugongo, un particolare tricheco che ha ispirato la leggenda delle sirene.

Maldive

Gli appassionati di snorkeling di tutto il mondo non si fanno scappare i meravigliosi fondali marini che circondano le innumerevoli isole e i molti atolli di cui la Repubblica delle Mauritius è composta. Natura incontaminata e fauna marina variegata, sono la cornice ideale per una vacanza da sogno. Tra le attrazioni da non perdere c’è la caratteristica nuotata tra i pesci al chiaro di luna. Tra bassi fondali e colorazioni suggestive, dovute ai riflessi dei pesci tropicali, lo snorkeling e le immersioni possono diventare un’esperienza indimenticabile.

fondali marini
fondali marini

Calabria

Non è necessario andare all’estero per trovare un mare da sogno! La Calabria offre uno spettacolo marino ineguagliabile situato vicino alle coste di Tropea e Capo Vaticano, offrendo la possibilità di scoprire meravigliosi coralli e alghe colorate. Grazie alle acque cristalline è anche possibile ammirare, fin dalla riva, le innumerevoli varietà di pesci che affollano le acque.

Tubbataha

Questa barriera corallina è un’area naturale patrimonio dell’Unesco, situata a circa 100 miglia nautiche da Puerto Princesa, nell’isola di Palawan.

È formata da due atolli adiacenti: l’atollo nord e l’atollo sud, separati da un piccolo braccio di mare largo ben 8 chilometri. È possibile avvistare in quest’area circa 300 specie di coralli e 400 varietà di pesci, tra cui le mante giganti, le testuggini e gli squali.

Il periodo migliore per effettuare le immersioni in queste acque è tra maggio e giugno.

fondali marini

Coco Island

Situata a largo del Costa Rica, in Sud America, Coco Island ha un fondale vulcanico con una profondità che varia dai 15 ai 30 metri e una visibilità che può arrivare oltre i 20 metri, talmente è cristallina l’acqua.

È caratterizzata da forti correnti che precludono le immersioni ai sub principianti. È anche definita la Galapagos costaricana e nelle sue acque è possibile avvistare facilmente grandi branchi di squali martello, squali balena, marlin e delfini.

Parco nazionale di Komodo

Situato in Indonesia, questo parco subacqueo comprende le tre isole di Komodo, Rinca e Padar. Ricopre un’area totale di circa 1817 mq ed è patrimonio dell’umanità. Le sue acque presentano un’alta biodiversità, con la presenza di squali balena, pesci pipa fantasma e piovre dalle ventose blu.

L’11 novembre 2011 il parco nazionale di Komodo, insieme ai suoi fondali marini, è stato dichiarato una delle nuove sette meraviglie naturali del mondo.

fondali marini

Truk Lagoon

A circa 1000 chilometri dall’Isola di Guam, la laguna di Truk è conosciuta dai sub come un posto paradisiaco. La laguna è famosa non solo per i suoi fondali marini ma anche per l’importanza storica rispetto al secondo conflitto mondiale. Truck diventò infatti baluardo nipponico nel Pacifico, tanto da essere il centro di raccolta della maggior parte delle flotte. Nell’Operazione Hailstone, gli Stati Uniti abbatterono e affondarono ben oltre 45 mezzi militari tra navi, aerei e portaerei.

La laguna, oggi, è stata completamente bonificata e i relitti sono diventati la casa di una ricchissima colonia di pesci tropicali, dalle colorazioni variopinte e di coralli multicolore di ogni specie. I più suggestivi è possibile trovarli all’interno della Fujikawa Maru, una portaerei di circa 132 metri. Sono presenti tutte le tipologie di coralli, sia duri che molli, anemoni e crinoidi.

fondali marini

Questi sono solamente alcuni dei fondali marini più belli del mondo. Di certo anche i fondali italiani sanno farci sognare! Voi avete qualche suggerimento?